Il Duanwu Festival, anche conosciuto come Dragon Boat Festival o Double Fifth Festival, si festeggia il quinto giorno del quinto mese del calendario lunare.

Riconosciuto come festa nazionale, quest’anno si celebrerà il 18 giugno.

Origini del Dragon Boat Festival

L’origine di questa festività, radicata nella cultura cinese, in particolare è legata alla scomparsa del poeta e ministro Qu Yuan, vissuto nel periodo dei Regni Combattenti (475 – 221 a.C.) e morto nel 278 a.C.

Qu Yuan, fedele al regno Chu, si oppose alla decisione del sovrano di cedere a un’alleanza con il potente regno avversario Qin e, per questo motivo, fu accusato di tradimento ed esiliato.

Ventotto anni più tardi, la capitale del regno Chu fu conquistata dai sovrani di Qin. Qu Yuan, appresa la notizia e in preda alla disperazione, decise di togliersi la vita affogandosi nel fiume Miluo.

I concittadini del grande poeta, profondamente afflitti dal suo gesto estremo, accorsero per cercare di salvarlo, ma senza riuscirci. Così i pescatori, per rendere omaggio alla sua salma e preservarla dall’attacco dei pesci e degli spiriti maligni, si precipitarono sul posto remando a gran velocità sulle loro imbarcazioni e gettarono nel fiume involtini di riso e vino di realgar.

Qu Yuan morì il quinto giorno del quinto mese lunare. Da allora, con ricorrenza annuale, in tutta Cina si celebra la memoria di Qu Yuan.

Tradizioni e usanze per il Dragon Boat Festival

Le usanze e attività tradizionali per commemorare l’anniversario della morte del poeta sono varie e affascinanti:

  • Competizione delle “barche drago”

Si svolge su un percorso di circa un miglio, lungo il quale equipaggi di 22 persone, a bordo di imbarcazioni con sembianze di drago, si sfidano a colpi di remi, in ricordo del viaggio dei pescatori per portare soccorso a Qu Yuan. La credenza vuole che il gruppo che vince la gara porti prosperità al proprio villaggio.

La figura del drago è tradizionalmente associata alla virilità, così come il sole, che rappresenta l’energia maschile e che, in questo periodo dell’anno è al massimo della sua intensità.

  • Zongzi 粽子

Molte festività cinesi prevedono una ricetta speciale per l’occasione. Per il Dragon Boat Festival si usa consumare gli zongzi, fagottini di riso farcito con diversi ripieni, avvolti in foglie di bambù e cotti al vapore o bolliti. La tradizione indica gli zongzi come il cibo che i pescatori gettarono nel fiume per proteggere il corpo di Qu Yuan dall’attacco dei pesci.

  • Realgar Wine

Agli zongzi si accompagna un vino liquoroso speciale, a base di riso o altri cereali e aromatizzato alle erbe. Si ritiene che il realgar wine abbia incredibili proprietà curative, che possa guarire dalle malattie e allontani gli spiriti maligni. Si racconta che, in virtù del suo potere taumaturgico, sia stato gettato nel fiume dai pescatori per proteggere il defunto Qu Yuan.

  • Sacchettini portafortuna

Un’altra usanza per il Dragon Boat Festival consiste nel cucire a mano piccoli sacchetti di seta colorata (preferibilmente rossa), contenenti profumi ed erbe medicinali. Si crede che questi sacchettini, appesi con un cordoncino al collo o appuntati sui vestiti, possano proteggere dalle avversità e dagli spiriti maligni.

Per assistere alle gare a Shanghai e Hong Kong

> Shanghai

È possibile assistere alle gare del Dragon Boat Festival da entrambi i lati del fiume Suzhou:

  • a Zhong Yuan Liang Wan Cheng (fermata Zhongtan Lu della Linea 3/4 o Zhenping Lu, sulla Linea 7)
  • sul lato nord del fiume, a Meng Qing Yuan (raggiungibile con le linee 68, 112, 738, 830 e 206, fermata Jiangning Lu / Aomen Lu, oppure dirigendosi verso Zhongtan Lu con la Linea 3/4 e seguendo il fiume fino a raggiungere il ponte Jiangning Lu)

> Hong Kong

Sono numerosissimi i punti da assistere allo spettacolare Dragon Boat Festival di Hong Kong. Trovi tutti i dettagli a questo link.

Buon Dragon Boat Festival a tutti!!!


SEI INTERESSATO AD UNO STAGE A SHANGHAI?

Scopri i dettagli dei nostri Programmi sul sito.

SCOPRI I PROGRAMMI


Post precedente

Le 8 scuole regionali della cucina cinese

Post successivo

I consigli per lavorare in Cina, dalla A alla Z

Ancora nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *